Skip to content

Perché le api sono importanti? Giornata mondiale delle api 2021

Perché le api sono cosi importanti? In che modo possiamo salvaguardarle? In questo articolo ti raccontiamo l’origine della Giornata mondale delle api e come ognuno di noi può proteggerle nel proprio quotidiano.

Le origini della Giornata Mondiale delle api

Il 20 maggio si celebra la Giornata mondiale delle api, una new entry nel calendario delle Nazioni Unite, istituita solo da pochi anni con un chiaro obiettivo: sensibilizzare l’opinione pubblica circa l’importanza degli impollinatori, il ruolo che ricoprono nello sviluppo sostenibile e i pericoli a cui vengono esposti quotidianamente e che mettono a rischio la loro sopravvivenza e anche un po’ la nostra.

Facciamo qualche passo indietro. Ad ottobre 2017 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha deciso che il 20 maggio sarebbe stata la data per celebrare la Giornata delle Api. Una data simbolicamente importante per tutti gli apicoltori poiché coincide con la data di nascita di Anton Jansa, allevatore e apicoltore sloveno, nonché precursore delle tecniche apistiche moderne.

Il fatto che Anton Jansa fosse sloveno non è un caso. La Slovenia infatti ricopre ancora oggi un ruolo fondamentale per la promozione non solo di questa giornata, ma del mondo dell’apicoltura in generale. Come per tante altre cose, anche la protezione delle api e del loro ruolo nel nostro ecosistema, è un fatto culturale e che ogni Paese sviluppa anche in base alla sua storia e tradizione. La Slovenia da sempre è promotrice e preserva le api perché l’apicoltura è fortemente radicata e la popolazione è pienamente consapevole dell’importanza delle api. Lo conferma il fatto che la salvaguardia è tra gli obiettivi stessi del governo sloveno e dal 2011 lo stesso governo ha vietato l’uso di pesticidi.



Perché le api sono così importanti?

Pensate, grazie a questi piccoli esseri (e a pochi altri impollinatori) da oltre 30 milioni di anni l’azione di impollinazione svolta dalle api permette la riproduzione di moltissime piante, mantenendo l’equilibrio degli ecosistemi e preservando la biodiversità. Quindi le api non sono importanti solo per la sopravvivenza di tantissime specie vegetali ma anche per noi!

Sono diverse le colture di interesse alimentare che sono disponibili solo grazie all’impollinazione delle api. Insomma senza le api, non solo dovremmo rinunciare alle colture alimentari ma faremmo addirittura fatica a respirare perché le api svolgono un ruolo attivo nell’assorbimento diretto e indiretto di anidride carbonica.

Nonostante questa consapevolezza l’uomo continua a metterle in pericolo utilizzando pesticidi e contribuendo con azioni quotidiane sbagliate a provocare un cambiamento climatico non indifferente. Come spesso accade, tutto sembra così lontano da noi, invece il problema è sotto al nostro naso e ci riguarda! Negli ultimi 10 anni sono scomparsi 10 milioni di alveari, ciò significa che la popolazione mondiale di api e vespe si è ridotta del 40 per cento.

Che cosa possiamo fare noi per salvare le api?

Ad Impatto siamo convinti che le nostre azioni possono fare sempre la differenza. Per preservare le api e quindi l’ecosistema, è possibile impegnarsi nel quotidiano attraverso piccoli gesti, ecco allora qualche suggerimento per attivarsi:

  • Piantare fiori “amici delle api” su balconi, terrazze e giardini (su GreenMe trovi un sacco di info).
  • Acquistare il miele e altri prodotti dell’alveare da apicoltori biologici e locali.
  • Sensibilizzare bambini, adolescenti e adulti sull’importanza delle api e degli apicoltori.
  • Conservare e proteggere la flora selvatica, come ad esempio i fiori di campo, e seminare piante nettarifere.
  • Tagliere l’erba dei prati solo dopo che le api hanno raccolto il prezioso nettare dai numerosissimi fiori spontanei che spesso vengono scambiati per erbacce da estirpare (ad esempio il Tarassaco).
  • Installare dei ricoveri per impollinatori (le famose bee houses) sui nostri balconi o nei nostri giardini.
  • Adottare un alveare: un’iniziativa che trovi facilmente anche sui social! Noi ti consigliamo l’iniziativa di 3Bee.
  • Firma la petizione di Slow Food per salvare le api e gli apicoltori.
  • Per il 20 maggio in particolare la FAO ha organizzato un evento online dal titolo “Api impegnate – Build Back Better for Bees”, partecipa all’evento: World Bee Day | FAO | Food and Agriculture Organization of the United Nations

Ti é piaciuto questo articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *